maggio 2007


 

Ciao a tutti i miei lettori, che spero siano sempre contenti del mio blog, non sempre aggiornato per problemi di lavoro, ma a cui tengo tanto.

Per una settimana sarò in ferie ed essendo lontano da casa, difficilmente aggiornerò il blog per quel periodo. Pensavo di sfruttare questa pausa con le vostre richieste: cosa vi piace del blog, se vi piace, cosa vorreste trovare, cosa non dovrei piú fare… insomma tutti i consigli e i commenti saranno ben accetti.

Una buona navigazione a tutti.

Alessandro

 

Non serviva condurre un’inchiesta per avere a questo risultato, ma per i fanatici dei numeri, ecco a voi la sentenza definitiva: la banda larga italiana é la piú cara d’Europa.

Da una recente inchiesta di una prestigiosa associazione (Altroconsumo), si evince che la nostra connessione a internet veloce é la piú cara, ma anche la piú lenta d’Europa. Lo studio é stato fatto confrontando la connessione nostrana con quella di altre nazioni: Belgio, Francia, Germania, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito e Spagna. La situazione é ancora aggravata dalla reale persistenza del monopolio Telecom, che non permette la concorrenza e tende ad avere dei prezzi non concorrenziali a livello europeo.

La democrazia passa da internet, se non tutti possono accedervi questa viene meno.

 P.S. L’immagine é tratta da una manifestazione a Piazza Castello (Torino) del Luglio 2006.

Fonte: Altroconsumo

 

Per i webmaster, ma anche per i gestori di blog, é molto importante inserire delle icone che risaltino sulla pagina alla fine di accattivare e trattenere gli internauti sul proprio spazio web.

My Cool Button permette la creazione di icone online in soli 4 passaggi:

  • Scelta della dimensione dell’icona;
  • Scelta del colore;
  • Impostazioni generali:  centrale, grande, media e molto altro;
  • Testo e carattere.

Alla fine di questi passi potrete scaricare la vostra icona e utilizzarla nel vostro spazio personale.

Fonte: Maestro Alberto

 

Esistono diversi software P2P nella rete per la condivisione e lo scambio di dati, ma sicuramente Torrent resta quello piú veloce e uno dei piú usati. Proprio per la sua diffusione capillare, esistono molti servizi secondari che aiutano i peer nelle loro ricerche.

Tribler svolge questo ruolo: una volta effettuata la ricerca del file, il software consiglia altri file presenti nella rete affini alla nostra ricerca. Il programma non si ferma alla ricerca sulla rete Torrent, ma si muove anche su altri media (come Youtube), ampliando la ricerca e cercando di soddisfare a pieno i propri iscritti.

Un must per coloro che vivono per la condivisione di dati, un’ottima idea nata dalla collaborazione di due universitá olandesi.

Fonte: Downloadblog

 

Diversi post fa vi avevo parlato di questo programma di grafica 3D, ma posso facilmente capire che iniziare a lavorarci da zero non sia affatto facile. Eccomi in vostro aiuto.

Girando per la rete ho trovato questa piccola  guida per principianti di Blender, affinché si possa prendere dimestichezza con l’open source piú famoso del web in fatto di grafica. Si inizia dalla descrizione del pannello di controllo, per passare ai punti di vista che si vogliono scegliere sino alla modellazione degli oggetti.

Un ottimo inizio per gli appassionati di grafica e per coloro che iniziano ad affacciarsi a questo magico mondo.

 

In Inghilterra c’é una campagna pubblicitaria che difficilmente verrà trasmessa nel nostro paese. Dato che la rete é libera, ecco a voi lo spot. Diffondetelo e rifletteteci sopra.

 

Tra i tanti player musicali e video che circolano in rete, oggi vorrei segnalarvi Zoom Player, un freeware molto leggero (poco piú di 2 MB) e versatile.

Zoom Player (arrivato alla versione 5.0) dá la possibilità di riprodurre un’infinità di formati multimediali, tra i quali anche i DVD, il formato 3gp dei cellulari, nonché gli Mpg4 per i Divx; gli Mp3, gli AAC e i classici e tradizionali CD audio per quanto riguarda la musica.

Insomma un lettore completo, leggero e gratuito. Da avere sempre con sé.

 

 

Pagina successiva »