Internet é spesso visto agli estremi: parte della propria vita o come modello della rovina della societá attuale. Come tutto ció che ci circonda, é utile, ma bisogna farne un buon utilizzo. Si arriva a ció con educazione e maturitá, quindi caratteristiche coltivate e sviluppate negli anni, non spontanee e consequenziali all’esistenza. Il pericolo della rete é visto soprattutto per i piú piccoli, che non devono essere esclusi dal mezzo, ma aiutati nell’utilizzo.

Glubble é piú di un’estensione di Firefox: é un tool per la navigazione sicura degli under 12. Lo strumento viene installato sul proprio browser (Firefox appunto) e configurato dai propri genitori o insegnanti, che stabiliranno un elenco di siti accessibili dai bimbi, potendo anche filtrare le ricerche effettuate con i motori di ricerca internazionali.

A facilitare il lavoro é presente giá una lista offerta direttamente sul sito ufficiale di Glubble con i siti accessibili ai piú piccoli, ma con il limite di ritrovarsi con dei siti si lingua inglese. Il settaggio potrebbe richiedere diverse ore, ma il risultato finale é la crescita culturale delle generazioni a venire, che eviteranno la parte marcia della rete.

Fonte: Maestro Alberto

Annunci